Skip to content
Blog

Perché gli eSports sono l'antidoto all'incertezza del COVID per brand e rights holders?

André Fläckel
08/06/2021
2 min read

Mentre molti sport tradizionali lottavano per affrontare la pandemia di COVID-19, gli eSports hanno consolidato la loro posizione come una delle principali tendenze che ridefinisce il futuro dell'industria del marketing sportivo.
Per i rights holders e i brand che cercano una crescita dei ricavi e relazioni più strette con i fan in mezzo alla crisi economica della pandemia, gli eSports offrono un gradito antidoto. Il momento di agire è ora, prima che il mercato maturi ulteriormente.
L'evoluzione del mercato degli eSports era ben avviata prima che il virus COVID-19 si diffondesse in tutto il mondo, ma l'impatto delle restrizioni sociali ha innescato un'accelerazione negli eSports attirando più fan, giocatori, atleti professionisti e sport tradizionali nell'arena digitale.
L'interesse delle emittenti tradizionali e dei brand indipendenti è aumentato vertiginosamente. YouTube ha totalizzato 100 miliardi di ore di visualizzazione dei giochi nel 2020, mentre Juniper Research prevede che il pubblico globale di eSports e giochi supererà il miliardo entro il 2025.
Newzoo prevede che le entrate globali degli eSports raggiungeranno quasi 1,6 miliardi di dollari nel 2023, con un tasso di crescita annuale composto del 15,5% rispetto ai livelli del 2018. Ci si può aspettare una crescita in tutte le aree, dalla sponsorizzazione e dai diritti media al merchandising e agli eventi fisici, una volta che le condizioni lo consentiranno.

16x9-1
eSports per tutti

Per i rights holders e i brand che devono ancora abbracciare gli eSports, ci sono opportunità significative per sbloccare nuovo valore da questo segmento in rapida crescita.
Oltre a ciò, gli eSports offrono un enorme potenziale sia per i titolari dei diritti che per i brand come flussi di ricavi ad alta crescita e opportunità per un coinvolgimento di livello superiore con i fan.
Ci sono anche modi per anticipare la curva e sbloccare valore collaborando con proprietà di eSports imminenti come Valorant di Riot Games, che, secondo TwitchTracker, è stato il secondo gioco più visto nella storia di Twitch al momento del lancio.
Per i giocatori tedeschi, austriaci e svizzeri, Freaks4U Gaming, l'agenzia leader in Gaming & Esports, ha sviluppato Agent's Range come indirizzo di riferimento per giocare a Valorant.

 

 

Fondamentalmente, gli eSports offrono livelli più profondi di coinvolgimento con la sua giovane fanbase e molteplici risorse di sponsorizzazione. Ciò è guidato e reso possibile dall'enorme popolarità dello streaming live e dei contenuti non di gioco, dall'analisi avanzata dei dati, da un ecosistema coinvolgente e interattivo e dalle innovazioni virtuali, tra cui la pubblicità in-game di aziende come Anzu.
Con i ricavi duramente colpiti dalla pandemia e una prospettiva incerta, i titolari dei diritti e i brand possono permettersi di aspettare prima di entrare nel segmento in più rapida crescita dell'industria sportiva?
Catturare l'onda giusta negli eSports non è solo questione di afferrare una tavola da surf. La guida di un esperto è fondamentale per navigare nel complesso ecosistema di diritti sui media, sponsorizzazione e valori pubblicitari, eventi, creazione di contenuti e coinvolgimento dei fan, o semplicemente per trovare un partner appropriato.
Questo breve video offre ai brand un assaggio di ciò che una partnership di eSports ha da offrire.

 

 

Dalla scelta di quel partner e dall'elaborazione di ciò che gli eSports possono fare alla costruzione di una strategia credibile, Infront, con la sua esperienza leader mondiale nel settore, è pronta ad aiutare i titolari dei diritti e i brand a sfruttare al meglio la rivoluzione degli eSports.
Per saperne di più sulle tendenze che modellano il settore del marketing sportivo nel 2021, scarica qui il nostro white paper.

Talk to us